2 campioni omaggio per ogni ordine*     Spedizione gratuita da 29,99€     Consegna entro 1/3 giorni     Reso gratuito     Eco-imballaggi

Rimuovere i punti neri

Consigli per una pelle pulita

I punti neri sono pori ostruiti che diventano neri a contatto con l'ossigeno. Ma come si formano e cosa aiuta davvero a contrastarli? Ti spieghiamo cosa puoi fare per rimuovere i punti neri a lungo termine e ti presentiamo i migliori ingredienti per contrastarli.

PANORAMICA DEI CONTENUTI

  • Cosa sono i punti neri e come si sviluppano?
  • Cosa aiuta a combattere i punti neri?
  • Quali ingredienti sono efficaci contro i punti neri?
IN BREVE: COME RIMUOVERE I PUNTI NERI

  • Assicurati di detergere la pelle in modo delicato ma accurato e di utilizzare un peeling chimico due volte alla settimana.
  • Strumenti e trattamenti come una spazzola per la pulizia del viso o un bagno di vapore per il viso possono aiutarti a pulire la pelle.
  • Opta per ingredienti seboregolatori, antibatterici e rinnovatori della pelle come BHA e AHA, zinco, argilla e carbone attivo.
  • Se necessario, sottoponi la tua pelle a una pulizia professionale in un salone di bellezza.

Cosa sono i punti neri e come si sviluppano?

I punti neri o comedoni sono ostruzioni delle ghiandole sebacee visibili sulla pelle come punti neri o pustole bianche.

Nonostante l'aspetto spesso scuro, i comedoni non hanno nulla a che fare con lo sporco, ma sono il risultato di un'eccessiva cheratinizzazione e di una sovrapproduzione di sebo.

Compaiono soprattutto nella zona T (fronte, naso e mento), poiché qui è presente un numero particolarmente elevato di ghiandole sebacee. I punti neri possono comparire da soli o in combinazione con l'acne.

Come si sviluppano i punti neri?

I punti neri si formano quando le ghiandole sebacee si bloccano. Se l'apertura del poro è bloccata dalle cellule morte della pelle e dall'olio in eccesso, il sebo non può più defluire senza ostacoli.

Il risultato è che si forma una specie di tappo. Nel caso dei comedoni, questi diventano neri non appena il pigmento cutaneo melanina entra in contatto con l'ossigeno. Il comedone è ora chiaramente riconoscibile.

Le cause dell'aumento della produzione di olio e dell'accumulo di scaglie cutanee possono essere molto diverse:

  • sbalzi ormonali (come durante la pubertà o la gravidanza)
  • alimentazione non sana
  • cura della pelle non corretta
  • tipi di pelle particolarmente inclini alle imperfezioni

Cosa aiuta a combattere i punti neri?

Per combattere i punti neri, sono indispensabili prodotti detergenti e nutrienti con ingredienti efficaci. Oltre a questi puoi ricorrere a diversi trattamenti e strumenti per ridurre gli inestetismi. Tuttavia, se le macchie sono estese o addirittura acneiche, è necessario rivolgersi a un dermatologo o a una dermatologa per stabilire la giusta cura della pelle.

1. Pulizia della pelle

Detergi la pelle due volte al giorno con un detergente a pH neutro, la mattina al risveglio e la sera prima di andare a letto. Utilizza un prodotto detergente delicato come un gel o una schiuma detergente, ad esempio con ingredienti leggermente esfolianti come l'acido salicilico. Assicurati anche di rimuovere accuratamente il trucco, che può favorire le impurità.

2. Peeling viso

Il peeling per il viso è un buon modo per rimuovere le cellule morte dalla pelle. Due volte alla settimana, ad esempio, si può ricorrere a un delicato peeling chimico con acido salicilico per rendere la pelle più luminosa.

Ma attenzione, gli esfolianti possono essere particolarmente aggressivi per la pelle sensibile:

  • non esfoliare troppo spesso;
  • usa piuttosto peeling chimici invece di peeling meccanici;
  • non dimenticare di applicare una protezione solare (almeno SPF 30) il mattino seguente;
  • per le pelli sensibili, è meglio usare delle maschere.

3. Maschere per il viso

Le maschere per il viso possono essere utilizzate per una pulizia intensiva o come alternativa al peeling. Usate regolarmente, possono contrastare la formazione dei punti neri. Opta per prodotti con argilla o carbone attivo, che possono rimuovere il sebo in eccesso dalla pelle e ridurre i pori ostruiti.

4. Cura del viso

Anche se hai la pelle grassa, non devi rinunciare a una cura del viso idratante, soprattutto se tendi a usare prodotti che riducono il sebo come le maschere all'argilla. Utilizza gel e fluidi leggeri e un tonico acquoso che idratino la pelle senza appesantirla. Fai attenzione anche a ingredienti come glicerina, niacinamide, pantenolo o acido ialuronico.

5. Bagno di vapore per il viso

Un bagno di vapore può aiutare a pulire i pori più facilmente perché la pelle riceve più sangue e si gonfia leggermente. Per sapere come farlo facilmente a casa, consulta l'articolo sui bagni di vapore per il viso.

6. Spazzole per la pulizia del viso

È possibile utilizzare spazzole morbide e spesso antibatteriche per rimuovere delicatamente i residui di trucco, lo sporco e le impurità dai pori. Utilizzate a lungo termine, permettono di affinare l'aspetto della pelle. Tuttavia, se hai una pelle molto sensibile, dovresti evitare l'attrito meccanico di una spazzola per la pulizia del viso.

7. Pulizia professionale

Se hai dei punti neri, può valere la pena di recarsi in un centro estetico: rimuovere i punti neri a casa può irritare la pelle e provocare infiammazioni. In un salone di bellezza, invece, la pelle viene pulita in modo professionale e igienico e i punti neri più ostinati vengono rimossi.

Quali ingredienti sono efficaci contro i punti neri?

Per eliminare i punti neri a lungo termine, sono necessari prodotti per la pulizia e la cura che abbiano un effetto positivo sulla pelle. I seguenti ingredienti si sono rivelati particolarmente utili nella lotta contro gli inestetismi:

  • L'acido salicilico (BHA) ha un effetto antinfiammatorio e sebo-regolatore, che può sciogliere le ostruzioni dei pori in modo da ridurre la comparsa dei punti neri.
  • L'argilla attira il sebo dai pori come una calamita ed è quindi particolarmente indicata per rimuovere i punti neri, soprattutto come maschera.
  • Come l'argilla, anche il carbone attivo ha proprietà leganti. Pulisce in profondità i pori attirando il sebo in eccesso e lo sporco dai pori della pelle, ad esempio nelle maschere al carbone attivo.
  • Lo zinco è noto per il suo effetto antibatterico. Poiché questo ingrediente può anche regolare la produzione di sebo, è particolarmente utile per ridurre i punti neri.
  • Gli AHA, come l'acido gilcolico o l'acido lattico, hanno un effetto esfoliante. Rimuovono le cellule morte della pelle e possono quindi avere un effetto preventivo contro i punti neri.
  • Suggerimento: dopo i peeling chimici come gli AHA e i BHA, il giorno successivo è necessario applicare sempre una protezione solare (almeno SPF 30).